ITALIANO  ENGLISH  DEUTSCH  ČESKY
#
#

Villa Rosa e l'Abruzzo - Generali


Questa Regione forse proprio perché la mano e gli interessi dell'uomo non sono arrivati a contaminarla con lo sfruttamento imposto dalle esigenze della vita, è rimasta una delle regioni più genuine, più schiette e più vere del paesaggio italiano. L'Abruzzo ha costituito un sistema di aree protette che tutela il 30% del territorio con il Parco Nazionale d'Abruzzo, il Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga , il Parco Nazionale della Majella, il Parco Regionale Sirente-Velino.
Non c'è bisogno di essere dei buoni osservatori per cogliere la bellezza e la maestosità di certi paesaggi naturali come quelli offerti dai rilievi montuosi dell'Appennino che attraversano la regione quasi completamente ed in particolare quelli del Gran Sasso e della Majella.



L'Abruzzo ha poi qualcosa di tutto suo: il suo colore, il suo folklore, la sua patina locale che appare ad ogni passo: nei suoi paesi, nei suoi costumi, nella sua cucina, nel suo artigianato, nella sua gente, nella sua stessa essenza di regione genuina e verace.



I suoi paesaggi e la sua gente vanno studiati ed osservati passo passo, gustati con la stessa lentezza e con la stessa attenzione di chi si trova tra le mani e sotto i propri occhi qualcosa che sembrava scomparso e che invece è ancora estremamente reale e tangibile.



Il territorio della Val Vibrata, di cui Villa Rosa fa parte, si trova nella Provincia di Teramo, nella parte Nord dell'Abruzzo; qui il Turista può scoprire il patrimonio paesaggistico ed artistico attraverso le strade dei Sette Colli, dove è possibile apprezzare le colture delle colline ed i prodotti tipici del luogo come i formaggi, l'olio extra vergine di oliva (come l'olio locale denominato “Pretuziano delle colline Teramane”), gli ortaggi, i salumi tipici ed i grandi vini abruzzesi: Trebbiano, Cerasuolo e Montepulciano.

Villa Rosa è confinante a Sud con Alba Adriatica , nota località turistica tra le più frequentate d'Abruzzo. A  Nord confina con San Benedetto del Tronto (nelle Marche) a circa  km 10 da Villa Rosa, altra importante località turistica. Insieme a Tortoreto, queste località turistiche, richiamano ogni anno molti turisti da tutte le parti d'Italia e da altre nazioni europee come Germania, Svizzera, Austria, Danimarca, Belgio, Repubblica Ceca, ecc.!

La felice posizione geografica dell'Abruzzo inoltre, si presta benissimo come base per raggiungere comodamente col proprio mezzo molte località, alla ricerca di emozioni, le più diverse: il Gran Sasso d'Italia, la montagna più alta degli Appennini o il centro Aerospaziale telespazio, nella piana del Fucino; la bella cittadina di Civitella del Tronto con la sua fortezza; Teramo capoluogo di Provincia; Sulmona (nota per i suoi “confetti”); Castelli (città della ceramica); la città di Ascoli Piceno, ove la storia ed il fascino del periodo medievale sono ancora incredibilmente presenti; i borghi storici abruzzesi o delle vicine Marche; Norcia in Umbria.


Per chi non volesse rinunciare alla comodità di un viaggio organizzato in pullman, si possono visitare Roma e il Vaticano, le Isole Tremiti, ecc... Mete visitabili nell'arco di una giornata.


VILLA ROSA


Villa Rosa , duemila anni fa, non esisteva ma sulle colline che sovrastano la zona a nord sorgeva la città di Truentum, fondata da un popolo di navigatori: i Viburni.



Nel III sec. A.C. la città di Truentum era uno strategico nodo stradale il quale contribuì a farla diventare un centro di primaria importanza per il commercio della Repubblica Romana . Nel corso dei Secoli le vie di comunicazione divennero sempre più importanti e ne furono costruite delle altre, come l’Adriatica (chiamata Traiana dal nome dell’Imperatore Traiano) , che ne aumentarono ancor di più l’importanza strategica e commerciale.


Nel periodo imperiale, attirati dalla dolcezza del nostro clima, molte Famiglie patrizie Romane lasciavano la “Capitale” e si ritiravano nelle splendide ville fatte costruire al sole delle colline. Truentum, nei primi secoli del Cristianesimo divenne anche sede Vescovile. Con la fine dell’Impero Romano seguì conseguentemente anche la fine di Truentum.


Truentum nel corso degli anni, seguì il ciclo millenario dell’avanzamento e regressione delle coste, che lasciò una fascia pianeggiante compresa tra la spiaggia e la retrostante zona collinare.


Negli anni ‘800 e ‘900 , ci fu un aumento del numero dei contadini e degli artigiani che si stabilirono nelle due contrade di Colonnella (da cui nel 1963 nacque il Comune di Martinsicuro – Villa Rosa), Marina Vecchia e Valle S.Pietro, coincidenti con la proprietà della Famiglia Franchi. Proprio per questo motivo la zona cominciò ad essere chiamata con il nome di Villa Franchi.



Si passò al nome di Villa Rosa , quando Andrea Franchi , rimasto unico erede del patrimonio di famiglia, fece di tutto per chiamare il nuovo nucleo urbano che si stava formando attorno alle due ville della fam. , non più Villa Franchi ma VILLA ROSA , in onore della madre che morì nel 1908. Nacque così, ufficialmente nel 1909, Villa Rosa.


IL TURISMO



L’Italia ha registrato una radicale e veloce trasformazione sociale degli anni ’60; anche Villa Rosa subì questa profonda evoluzione e già negli anni ’70 molti operatori industriali , attirati da vantaggi economici previsti dalla legge, trasferirono le loro strutture produttive nel territorio facendo in modo di sviluppare il nucleo urbano dando risonanza così anche al territorio. 

 

Villa Rosa fece affidamento sulla bellezza della sua spiaggia , scegliendo come sua connotazione socio economica , una veste turistica. Nacquero strutture ricettive come alberghi, appartamenti estivi, camping, ponendo Villa Rosa alla pari di altre località turistiche adriatiche più tradizionalmente celebri.



Ciò che esalta la qualità di Villa Rosa sono il mare cristallino (Bandiera Blu da molti anni), la sabbia finissima, un entroterra ricco di storia e di arte, una cucina eccellente.

VILLA ROSA: una delle mete turistiche più richieste e apprezzate di tutta la Costa Adriatica!

**BIBLIOGRAFIA: “Villa Rosa di Martinsicuro” – Libro di LEOPOLDO SARACENI


# # # # # # # # # # # # # #

Copyright © Agenzia SoleMare. All Right's Reserved | P.Iva: 01758160673 | Notizia Legale | Riferimenti | Privacy | LINK UTILI | Powered by Gestim